C’è chi lo chiama “tecnostress” e chi invece ne fa una questione giuridica di orario lavorativo. Ma l’essere sempre connessi al lavoro può influire sulla salute dei lavoratori?

I sindacati hanno più volte espresso la preoccupazione che l’avvento di e-mail e smartphone possa ledere la forza lavoro. Abbattendo di fatto la barriera tra tempo di lavoro e tempo di riposo, aumentando lo stress lavorativo.

Questo forma di stress sta impensierendo alcuni governi europei a trovare una soluzione. Ad esempio la Germania ha meditato una legge rivoluzionaria contro lo stress lavoro-correlato mettendo un limite alla raggiungibilità del lavoratore. Intanto i metalmeccanici tedeschi hanno richiesto di essere protetti da essere “permanentemente raggiungibili con i moderni mezzi di comunicazione “. Nel 2011 , la Volkswagen ha accettato di fermare i suoi server per l’invio di e-mail ai dipendenti al di fuori dell’orario di lavoro. Recentemente l’azienda Daimler, ha fatto in modo che le e-mail siano annullate automaticamente mentre i dipendenti sono in vacanza.

Essere sempre connessi al lavoro è un rischio per la nostra salute?

Ad oggi non esistono molte ricerche affidabili che dimostrino se l’essere sempre connessi al lavoro tramite dispositivi elettronici abbia un impatto sulla salute. Recentemente un articolo scientifico ha tentato di spiegare questo fenomeno definendolo “workplace telepressure” (telepressione lavorativa).

La telepressione lavorativa è descritta come la preoccupazione e il senso di urgenza di rispondere immediatamente ai messaggi inviati dal lavoro.

Tratto da – See more at: http://www.paolocampanini.it/rispondere-alle-email-dopo-il-lavoro-crea-un-rischio-per-la-salute/#sthash.Wzf2c681.dpuf

Ti potrebbe interessare

Documento di Valutazione dei Rischi

DVR Stress Lavoro Correlato