Ogni azienda che opera nel settore alimentare deve garantire la sicurezza degli alimenti che produce, manipola e vende. Questo significa assicurare, attraverso il manuale HACCP, che la loro produzione e conservazione degli alimenti rispettino determinate condizioni igieniche.

CHE COS’È L’HACCP?

Il manuale HACCP (Hazard Analysis Critical Control Point) è un metodo di analisi dei potenziali rischi igienici di un’azienda alimentare. La normativa europea impone ai titolari di ottenere una certificazione che attesti che l’azienda è in regola con tutte le norme su sicurezza e igiene alimentare. Ogni impresa e attività del settore alimentare deve quindi dotarsi di un manuale HACCP contenente tutte le informazioni sui rischi dell’azienda e le misure per prevenirli ed eliminarli. Questo permetterà agli operatori di effettuare un autocontrollo razionale sul proprio lavoro e di produrre, conservare e vendere cibi e bevande che siano sicuri.

La certificazione HACCP individua:

  • i rischi chimici, biologici e fisici presenti in azienda da eliminare, ridurre o prevenire;
  • i punti critici di controllo che potrebbero creare un rischio;
  • i limiti di accettabilità dei punti critici;
  • le modalità per tenere sotto controllo i punti critici e prevenire i rischi;
  • le procedure da seguire regolarmente per verificare che le misure prese funzionino davvero;
  • i documenti dei quali deve dotarsi l’impresa per quanto riguarda la sicurezza alimentare.

L’IMPORTANZA DEL PIANO DI AUTOCONTROLLO HACCP

Quando parliamo di cibi e bevande i rischi sono molti: basti solo pensare a quali pericoli possono comportare per le persone ingerire alimenti conservati o cucinati nel modo sbagliato. Ecco perché è fondamentale che non solo l’azienda sia certificata, ma che anche tutti i suoi operatori siano in grado di controllare ciò che fanno e i cibi e le bevande che utilizzano. Per questo motivo i lavoratori che operano nel settore alimentare devono sapere come maneggiare gli alimenti e igienizzare la struttura e le attrezzature: per questo esistono degli appositi corsi per addetti che manipolano alimenti (addetti alimentaristi o responsabili di industria alimentare) della durata di 8 o 16 ore, certificata in modalità e-learning che in aula.

[vc_column_text css=”.vc_custom_1521473495921{border-left-width: 3px !important;padding-top: 20px !important;padding-right: 20px !important;padding-bottom: 20px !important;padding-left: 20px !important;background-color: #f8f8f8 !important;border-left-color: #b77a2b !important;border-left-style: solid !important;}”]Contattate GMS  per richiedere informazioni sui servizi HACCP! [/vc_column_text][vc_row][vc_column_text]

Ti potrebbe interessare

Cassazione: pena per Datore di Lavoro per omessa formazione dei lavoratori

Le 10 regole d’oro per ridurre il rischio di malattie agli arti superiori