Le sanzioni previste in caso di violazione degli obblighi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro sono state rivalutate con il recente decreto direttoriale N. 12 del 6.6.2018.

L’ Ispettorato nazionale del lavoro INL ha emanato a tale proposito una circolare (N. 314 del 22.6.2018) che fornisce un riepilogo delle ammende e sanzioni  amministrative originarie, già rivalutate nel 2013, e di quelle che sono applicate sulle violazioni accertate a partire dal 1 Luglio 2018.

In sostanza cosa è cambiato?

Tutti gli importi precedentemente stabiliti aumentano dell’ 1,9 %,  per effetto dell’applicazione della variazione dell’indice ISTAT calcolata sugli ultimi 5 anni (come previsto  dall’art. 4 bis dell’art. 306 Testo Unico ).

Le principali violazioni con relative pene o ammende previste dal D.Lgs. 81/08, antecedenti il 1 Luglio 2018, sono le seguenti:

TIPOLOGIA VIOLAZIONE

SANZIONI ORIGINARIE

DVR

 

Omessa valutazione di tutti i rischi
Omessa elaborazione del documento di valutazione dei rischi (DVR )

Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro

NOMINE

Omessa nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dai rischi (RSPP)

Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 euro

Omessa nomina del medico competente , nei casi previsti dal Testo Unico per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro

FORMAZIONE

Omessa formazione ai lavoratori sui rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro , prima dell’assunzione o non oltre 60 giorni successivi

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro (*)

Omessa o inadeguata formazione dei dirigenti e dei preposti in materia di salute e sicurezza

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro (*)

Omessa o inadeguata formazione dei lavoratori incaricati dell’attività di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro, di salvataggio e di primo soccorso

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro (*)

Omessa o insufficiente formazione del rappresentante dei lavoratori per sicurezza

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro (*)

VISITE MEDICHE

Mancato invio dei lavoratori alla visita periodica e mancata richiesta al medico competente dell’osservanza degli obblighi previsti a suo carico

Ammenda da 2.000 a 4.000 euro (*)

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE

Omessa dotazione ai lavoratori dei necessari e idonei dispositivi di protezione individuale , sentito il RSPP e il medico competente

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000 euro

PREVENZIONE INCENDI

Omessa dotazione nei luoghi di lavoro di idonee misure per prevenire gli incendi e per tutelare l’incolumità dei lavoratori

Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1.200 a 5.200 euro

Quali sono le nuove sanzioni?

Gli importi rivalutati nel 2013 e nel 2018, relativi alle principali fasce di ammenda sono i seguenti:

SANZIONI ORIGINARIE

RIVALUTAZIONE 2013 (+0.9%)

RIVALUTAZIONE 2018 (+1,9%)

1000 – 4000 €

1.096,00 – 4.384,00

1.116,82 – 4.467,30 €

1200 – 5200 €

1.315,20 – 5.699,20

1.340,19 – 5.807,48 €

1500 – 6000 €

1.644,00 – 6.576,00

1.675,24 – 6.700,94 €

2000 – 4000 €

2.192,00 – 4.384,00

2.233,65 – 4.467,30 €

2500 – 6400 €

2.740,00 – 7.014,40

2.792,06 – 7.147,60 €

Ti potrebbe interessare