Hai costituito una nuova azienda e vuoi rispettare gli adempimenti sanciti dal D.Lgs 81/2008?

In Italia, all’apertura di una nuova azienda sono previste numerose procedure burocratiche che variano in base alle caratteristiche possedute dalla nascitura attività. Qui di seguito riassumiamo i principali passi da seguire:

  • comunicazione di inizio attività (tramite SCIA), presentata al Comune in cui avrà sede l’attività:
  • attribuzione partita IVA, effettuata attraverso una richiesta all’Agenzia delle Entrate della circoscrizione in cui si trova il proprio domicilio fiscale;
  • iscrizione all’INAIL: gli artigiani sono tenuti ad assicurare sé stessi e gli eventuali dipendenti contro i danni fisici ed economici derivanti da infortuni e malattie causati dall’attività lavorativa presentando all’INAIL la denuncia nello stesso giorno dell’inizio attività
  • iscrizione all’Albo Artigiani: è costitutiva dell’impresa artigiana;
  • iscrizione all’INPS: l’iscrizione nell’Albo Imprese Artigiane dell’impresa individuale o della società, deliberata da parte della Commissione Provinciale per l’Artigianato, comporta l’iscrizione automatica nell’INPS e il versamento dei contributi previdenziali.

Successivamente a tali adempimenti, è obbligatorio rispettare anche gli adempimenti del D.Lgs 81/2008

Adempimenti in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro:

In particolare, gli adempimenti riguardanti la Salute e la Sicurezza del lavoro sono rivolte alla tutela dei lavoratori. Il lavoratore è quella figura che presta la sua opera, intellettuale o manuale, presso l’azienda, a qualsiasi titolo (gratuito od oneroso) e con qualsiasi inquadramento (dipendente, collaboratore, socio, ecc.). Quando parliamo di Salute e Sicurezza sul lavoro, lo scopo principale da perseguire è quello di proteggere tutti i lavoratori da possibili danni fisici e psicologici sia di breve che di lungo termine. Recenti studi sugli ambienti lavorativi, dimostrano come i risultati delle risorse umane siano connesse ad un ambiente sano e sicuro.

Sulla base di tale considerazione, tutte le attività aventi almeno un lavoratore sono tenute a rispettare gli adempimenti D.Lgs 81/2008 e successivo Decreto Correttivo 106/09, di seguito elencati:

per le nuove attività il documento deve essere redatto entro 90 giorni dall’apertura.

tale figura può essere ricoperta dal Datore di Lavoro stesso dopo aver effettuato un corso di formazione con un numero di ore variabile a seconda della categoria di rischio a cui appartiene l’azienda, oppure da un RSPP esterno previa nomina scritta da parte del Datore di Lavoro come stabilito dal D.Lgs 81/2008 e Accordo Stato Regione del 21/11/2011).

nei casi previsti dalla normativa nazionale vigente il Datore di Lavoro deve procedere alla nomina del Medico Competente con conseguente redazione del Piano Sanitario e ulteriori adempimenti da parte del Medico per la propria azienda.

gli addetti dovranno effettuare il corso abilitante e successivamente provvedere agli aggiornamenti triennali. In alternativa il Datore di Lavoro può essere l’addetto antincendio e l’addetto al primo soccorso, seguendo gli appositi corsi.

I lavoratori dovranno eleggere il proprio RLS con un apposito verbale di assemblea e successivamente con il verbale di elezione. Una volta nominato il RLS, tale figura dovrà effettuare il corso abilitante e i successivi aggiornamenti annuali. Qualora non vi sia stata l’elezione del RLS, l’azienda può assegnare Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST) fornito direttamente dall’INAIL o da Enti Paritetici.

Il Datore di lavoro dovrà effettuare o far effettuare la Formazione ed Informazione dei lavoratori secondo l’Art. 36/37 del D.Lgs 81/2008. Il corso prevede una parte generale dei rischi lavorativi e una parte specifica di durata variabile a seconda della categoria di rischio appartenente all’azienda sui rischi specifici dell’azienda.

  • Adottare presidi di sicurezza per i lavoratori:

in particolare estintori e cassetta pronto soccorso idonei per ogni unità lavorativa e provvedere alla manutenzione di questi. E’ importante dotarsi di adeguata cartellonistica di sicurezza per individuare i luoghi dove sono presenti gli estintori, le cassette di primo soccorso, le vie di fuga, le uscite di sicurezza etc..

provvedere dove necessario alla consegna dei DPI ai lavoratori con firma dell’apposito verbale di consegna.

  • Mettere a norma gli ambienti di lavoro:

mediante le opportune verifiche periodiche dell’impianto elettrico, della messa a terra, mediante l’utilizzo di attrezzature ergonomiche, adeguata illuminazione, etc..

  • Effettuare le eventuali analisi strumentali negli ambienti di lavoro:

Fare le eventuali analisi strumentali dove previsto cioè in presenza di rumore, vibrazioni, emissioni in atmosfera etc. che presentano dei valori oltre i limiti consentiti.

Global Medical Service Srl è a tua disposizione

Ti potrebbe interessare