"Premettendo che la flessibilità del congedo di maternità consente alla lavoratrice in gravidanza di astenersi dal lavoro a partire dal mese precedente la data presunta del parto fino al quarto mese successivo al parto, a condizione che il ginecologo del servizio sanitario nazionale o convenzionato con esso oppure il medico dell’azienda preposto alla tutela della salute sul luogo di lavoro, attestino che la permanenza al lavoro nel corso dell’ottavo mese di gravidanza non causi un pregiudizio alla salute della madre e del bambino.

A tal fine, la lavoratrice deve presentare un’apposita domanda sia al datore di lavoro sia all’Inps, corredata da certificazione sanitaria – acquisita durante il settimo mese di gravidanza – attestante i presupposti di permanenza al lavoro."

Come fare per richiederla?

  1. La lavoratrice deve essere in possesso del certificato del ginecologo, prodotto durante il settimo mese di gravidanza, che attesti che tale opzione lavorativa non arrechi pregiudizio alla salute della gestante e del nascituro.

  2. Una volta in possesso di tutta la documentazione clinica, la lavoratrice deve fare richiesta di visita medica per la flessibilità del congedo di maternità al Medico Competente della propria azienda durante il settimo mese di gravidanza.

  3. Una volta in possesso del certificato da parte del Medico Competente, la lavoratrice deve presentare la domanda tramite il sito dell’INPS allegando i certificati e consegnandoli in originale alla sede Inps del comune di residenza.

Con il messaggio 13279 del 25 maggio 2007, l’Istituto fornisce alcune precisazioni riguardo la domanda di flessibilità del congedo di maternità.

Fonte: INPS.

Scegli la tranquillità di un partner affidabile per la salute della tua azienda

Global Medical Service Srl è a tua disposizione

Contattaci
Ti potrebbe interessare

Ti potrebbe interessare

Condividi...
Condividi...